Musei Archivi Biblioteche Ortona

Banca della Memoria

Il Muba ha  da sempre raccolto numerose testimonianze dei testimoni  della seconda guerra mondiale, ma parliamo di un programma dettagliato grazie ad un progetto iniziato nel corso del servizio civile del l’anno 2007/2008.

Il Muba ha  da sempre raccolto numerose testimonianze dei testimoni  della seconda guerra mondiale, ma parliamo di un programma dettagliato grazie ad un progetto iniziato nel corso del servizio civile del l’anno 2007/2008.

Tuttavia dal 2009 tutte le testimonianze  raccolte precedentemente sono state catalogate e videoregistrate programmaticamente in un archivio denominato appunto “Banca della memoria” da cui sarà possibile attingere per motivi di studio o interesse da parte di ogni cittadino che ne voglia approfittare.

Coloro che sono interessati a narrare racconti di vita, particolari storici vissuti oppure tragedie familiari contattano direttamente il Muba, a seguito di un opera di informazione e diffusione del progetto da parte dello staff del Muba.

Tal volta sono gli stessi narratori ad addurre nomi di ulteriori testimoni, che vengono di seguito contattati.

Ogni videoripresa viene effettuata dopo la firma del consenso di ciascun intervistato.

Ogni intervistato è guidato solo cronologicamente nel racconto(prima della guerra,durante, dopo.), senza interventi dell’intervistatore.

Ognuno racconta ciò che ricorda o ciò che gli fu raccontato, spesso le testimonianze  si confermano vicendevolmente, si riscontra lo stesso episodio raccontato da nuclei famigliari differenti o narrato da diversi punti di vista. Non mancano poi le contraddizioni, ma il tutto servirà ad un reale racconto del vissuto di quei tempi e sarà poi lo spettatore finale a ricostruirne i pezzi ,sempre con occhio critico.

Le videoriprese non esprimono giudizi sui fatti, sono solo mere testimonianze dei fatti raccontati, affinchè rimanga una prova tangibile dei ricordi degli Ortonesi che hanno vissuto l’epoca dei fatti con gli antecedenti e le conseguenze della guerra.

Ai posteri il compito di studiare ed osservare i comportamenti, gli usi e i costumi di allora affidati ai supporti digitali di questi tempi.

Infine una volta effettuate le riprese, i video sono catalogati secondole indicazioni del ministero dei beni culturali (ISTITUTO CENTRALE PER IL CATALOGO E LA DOCUMENTAZIONE)

Il lavoro dello staff del Muba prosegue nella raccolta di testimonianze di quei  cittadini, sempre più coinvolti, ad addurre documentazioni dei tragici fatti avvenuti  nel 1943.

Alcuni risultati del lavoro sono consultabili nella sezione Pubblicazioni

Ultimo aggiornamento

21 Giugno 2021, 12:03